Scannerizzazione diapositive

Come molti di noi ho uno scatolone di diapositive che non guardo più per evidenti motivi logistici.
La soluzione ovvia è quella di scannerizzarle tutte. Ma con gli scanner normali ci vuole una vita e i servizi a pagamento costano una cifra.
Esistono però delle macchine automatiche che scansionano 50 diapositive in meno di due ore: il modello, praticamente l’unico, che si trova facilmente è un Reflecta Digitdia 6000 Scanner Film che costa poco meno di  1400 €. Si trovano anche usati, probabilmente sotto ai 1000€.
Per cui cerco una decina di pazzi come me che vorrebbero fare questa cosa: potremmo condividere la spesa e usarlo a turno, diciamo una settimana.
Dico una settimana perché, tenendo conto che si possono scannerizzare circa 200-250 dia al giorno, da 80 a 120 MB per foto a seconda della risoluzione scelta, in questo periodo avremo generato un migliaio di scansioni da controllare e sistemare: una bella mole di lavoro. Il prossimo turno toccherebbe dopo circa 2 mesi e mezzo.
Il ciclo si ripeterà fino ad esaurimento delle diapositive.
Alla fine potremmo venderlo, e quindi abbassare il costo dell’operazione, tenerlo per gli amici scrocconi o lasciarlo in dotazione all’Uniter per usi occasionali ai soci.
Se qualcuno è interessato mi faccia sapere cosa ne pensa.
Maggiori informazioni si ottengono semplicemente cercando su internet il nome dello scanner.

scanner

Autore articolo: Emilio Colussi

[email protected]

 

4 thoughts on “Scannerizzazione diapositive

  1. Se ben ricordo, qualche tempo fa Emilio Tacconi aveva trovato un aggeggio simile (per modo di dire) alla LIDL !!
    e mi pare costasse 70/80 Euri. Certo non sarà così professionale ma ricordo che faceva il suo lavoro…
    Ricordo anche che altri l’avevano comprato ! (io no !).

  2. Mi associo volentieri anche se le prestazioni di questo scanner mi sembrano persino eccessive per le mie esigenze: la mia Canon scatta foto con un sensore da 12.1 Mpxl che cubano intorno ai 4 / 5 MB.
    Avere immagini Jpg da 80 o più MB credo interessi solo gli studi professionali per usi differenti da quello che serve a me.
    A meno che con l’oggetto in questione si possa abbassare la risoluzione e di conseguenza aumentare la velocità di acquisizione.

    • Scusatemi se non ho risposto prima, ma sono stato a letto con un doloroso mal di schiena.
      Gli apparecchi da 70/100 €, aldilà della qualità di scansione, sono manuali, cioè devi passare la tua vita a cambiare le diapositive. Nessuno sa delle esperienze fatte? Io ho solo letto cose su vari blog.
      Per quanto riguarda la dimensione dei file, gli 80 MB sono relativi al formato RAW della scansione, fatta per cogliere la definizione e la profondità colore titpiche delle diapositive. Poi puoi comprimerla in JPEG alla dimensione che preferisci. A questo alludevo quando parlavo di lavoro di sistemazione post scansione.

I commenti sono chiusi