UN LOCKDOWN PARTICOLARE

E’ un lockdown particolare:
puoi ancora camminare
e andare a far la spesa
pur se tu sei molto tesa.

Guardi gli altri con sospetto
non vuoi poi trovarti a letto
con il covid ch’è incombente
ed è sempre nella mente.

 E se vedi qualche amica
pure s’è di data antica
tu non puoi certo abbracciarla
non potrai neppur toccarla.

 Sol parlar del più e del meno
e guardar negli occhi almeno
visto che la mascherina
copre in parte la vicina.

 Son sospesi ormai quei corsi
dove senti bei discorsi
e ti trovi in compagnia
(son ormai spazzati via).

 E che dire delle gite …
anche quelle son sparite
puoi soltanto ricordare
e le foto riguardare.

 Non parliam del pranzo alpino
innaffiato da buon vino
dove s’alzano qua e là
tanti cori a volontà. 

Sono chiusi quei rapporti
e ti senti ai ferri corti
non sai più che cosa fare
non fai altro che pensare.

 Speriam presto di tornare
alla vita pur normale
che anticovid noi avevamo
(non in pieno apprezzavamo).

 E faremo una gran festa
senza più aver in testa
sempre mille precauzioni
e saran belle emozioni!

2 thoughts on “UN LOCKDOWN PARTICOLARE

  1. Grazie Piera!
    Le tue filastrocche fanno sempre piacere e ci rallegrano la giornata.
    Ciao
    Loredana

  2. Da parecchio tempo non leggo gli interventi sul blog forse per pigrizia….o altro ed oggi guarda un po’ chi trovo? Sì, sì proprio lei, Piera che, malgrado tutto, ha ancora la sua verve poetica intatta: vivace, attenta ai particolari e anche piena di speranza per quello che avverrà in futuro. Noi siamo ben contenti di crederle e faremo del nostro meglio perché tutto vada per il verso giusto.
    Piera, avanti tutta: aspettiamo altre tue esternazioni, che faranno bene a te ed anche a noi!

Comments are closed.