UNIinBIKE, NOI NO! NOI, NON SOLO MUSCOLI!

 

 

Ho ideato UNIinBIKE con la precisa volontà di coniugare l’esercizio dello sport attivo all’aria aperta con l’esplorazione e la conoscenza dei luoghi che, grazie alla bicicletta, si possono scoprire e riscoprire catturandone l’essenza.

Ecco perché la definizione “UNIinBIKE non solo muscoli”.

Molte sono state le occasioni in questi tre anni per allenare oltre ai muscoli anche gli occhi e la mente.

Voglio qui raccontarvi di “Vecchie e Nuove periferie”: uno dei nostri entusiasmanti giri esplorativi aveva il desiderio di annusare se e quanto il clima di “quartiere a rischio” attribuito, da sempre e per maniera, a Quarto Oggiaro stesse cambiando e in quale direzione soffiasse il vento.

Noi ciclisti pedalatori ci siamo affidati a segni tangibili esteriori e abbiamo constatato l’orgoglio di immortalare sulla parete di un centro civico l’effige del pugile campione Sandro Lopopolo al quale il quartiere ha dato i natali; abbiamo ammirato un murales lungo oltre cento metri che raffigura le fasi della vita regalato alla città dall’artista Acme 107 come testimonianza di un quartiere che rinasce, e lo abbiamo goduto nell’architettura di villa Scheibler ottimamente ristrutturata con il  suo grande parco ordinato, pulito e consegnato alla città.

Questi segnali esteriori talora imprecisi e “ciclisticamente” soggettivi vengono ora confermati da uno studio dell’Università degli Studi di Milano con un’indagine effettuata in Quarto Oggiaro da 200 studenti su temi orientati, fra gli altri, alla valutazione della soddisfazione della qualità della vita, la sicurezza, l’integrazione degli immigrati e il verde. I risultati confrontati con quanto emerso in una analoga indagine sulla intera città di Milano, indicano uno scostamento dai dati della metropoli da un minimo del 3% a un massimo del 9%. La ricerca individua un trend di cambiamento significativo: da una degradata realtà criminale e violenta a una comunità vivace che ne fa una sorta di laboratorio sociale pronto a fare da modello per le altre periferie. cfr. la Repubblica 3/5/2019

Tutto questo e ancora molto di più, semplicemente con una tranquilla passeggiata di biker curiosi che sanno usare i muscoli ma non solo quelli.

La prossima volta vorrei raccontarvi di una periferia protesa al futuro prossimo, UPTOWN, futuribile quartiere ipertecnologico o ancora raccontarvi su cosa hanno incredibilmente rotolato le nostre ruote: su un esperimento di grande valore sociale, il Borgo Sostenibile il più grande intervento di residenza sociale realizzato in Italia a sudovest di Milano.

A presto allora, con altri racconti di UNIinBIKE non solo muscoli.

Pedali al vento dal capo del raduno

Autore articolo: Massimo Comi

One thought on “UNIinBIKE, NOI NO! NOI, NON SOLO MUSCOLI!

  1. Conoscevo Quarto Oggiaro come quartiere periferico popolare e con una triste reputazione per quanto riguarda la criminalità presente al suo interno.
    Ho partecipato al giro in bicicletta organizzato da Massimo all’interno di questo quartiere rivolta soprattutto alla scoperta di quanto di unico e pregevole è presente nel quartiere: una villa storica con il suo parco riccamente piantumato, impensabile in mezzo a tanto cemento; murales particolari e pregevoli che sanno abbellire anche il cemento e, nel caso della palestra Lopopolo ci ricordano un campione di pugilato che proveniva da quel quartiere.
    Ancora una volta la curiosità e la sensibilità di Massimo ci hanno fatto scoprire qualcosa di nuovo e bello e soprattutto ci insegnano che il bello e l’ interessante esistono dappertutto, basta cercarli !
    Nel suo Blog Massimo fa cenno anche a UPTOWN. Anche in questo caso ho avuto la fortuna di partecipare ad un’escursione ciclistica che Massimo ha organizzato in questa nuova area a ridosso della città. Invito tutti a partecipare ad un’eventuale nuova escursione che verrà eventualmente organizzata per visitare UPTOWN perché si tratta di un’ area in via di sviluppo ricca di verde e sono certo che tra 10 anni,chi l’ avrà visitata adesso, potrà dire: “io l’ho visto nascere questo bellissimo quartiere metropolitano !”

I commenti sono chiusi