Medici, Papi e… pirati?

Sicuramente molti conoscono i Medici, un’importante famiglia protagonista del Rinascimento che ha retto le sorti di Firenze e della Toscana per tre secoli, ha dato i natali a tre papi e due regine di Francia (Caterina sposa di Enrico II e Maria moglie di Enrico IV).  Ma esistono altri Medici con personaggi, più o meno illustri, nel panorama del Rinascimento.
Sempre incuriosito dalla storia della Chiesa, ero al corrente dei Papi della famiglia de’ Medici:
Leone X, Giovanni de’ Medici, secondo figlio maschio del Magnifico, pontefice dal 1513 al 1521. Il “Papa Guerriero”, (famoso ritratto di Raffaello agli Uffizi e statua di Baccio Bandinelli nel Salone dei 500). Per la sua morte Giovanni de’ Medici fece annerire le sue insegne e divenne “delle Bande Nere” . Il Papa che scomunicò Martin Lutero.

Leone X

Leone X

Clemente VII, Giulio de’ Medici, figlio naturale di quel Giuliano ucciso nella congiura dei Pazzi,  nipote del Magnifico. Appare ancora cardinale nel quadro con Leone X, è invece già Pontefice quando viene ritratto da  Sebastiano del Piombo (Capodimonte). Papa dal 1523 al 1534: anni difficili che videro il Sacco di Roma (1527) e la nascita dello scisma anglicano di Enrico VIII.

Clemente VII

Clemente VII

Leone XI, Alessandro de’ Medici, figlio di Ottaviano (un lato collaterale), pontefice per pochi giorni: dal 1° al 27  aprile del 1605, sepolto nella Basilica di San Pietro.

Leone XI

Leone XI

Ma nella cronologia dei Papi s’incontra anche Giovanni Angelo Medici – Pio IV, pontefice dal 1559 al 1565.

Pio IV

Pio IV

Questi Medici sono ben diversi dai toscani e nello scoprirlo si notano aspetti molto particolari. Si tratta del ramo Medici di Marignano, con un titolo di marchese concesso a Gian Giacomo Medici (1498-1555) condottiero, capitano di ventura e anche pirata. In realtà i Medici di Firenze negarono qualsiasi legame….sino alla nomina del Papa.
Giovan Giacomo Medici, detto il ‘Medeghino’ (piccolo medici, termine che finì con l’usare anche come firma) combattè per francesi, spagnoli, Sforza, Venezia e il papato, ebbe come ricompensa un paio di castelli sul lago di Como (a Musso e Lierna) dove effettuò imprese di pirateria con brutti ceffi locali.
Sua sorella Margherita sposò Gilberto Borromeo e fu madre di san Carlo, quindi il Medeghino era fratello di un Papa e zio di un santo. Non solo, nel 1545 dopo il matrimonio con Marzia della nobile famiglia Orsini entrò nell’alta aristocrazia italiana.
Dopo varie imprese in Germania (viceré di Boemia) e in Polonia, tornò in Italia, dove si distinse per la campagna contro Siena a capo delle truppe imperiali di Carlo V, e fu nominato Cavaliere del Toson d’Oro.
Forse in pochi sanno che nel Duomo di Milano si trova il suo monumento funebre, nella Cappella dell’Assunta, di notevole qualità, disegno di Michelangelo scultura di Leone Leoni.

Il Medeghino

Il Medeghino

Autore articolo: Giorgio Gallinari

2 thoughts on “Medici, Papi e… pirati?

  1. Grazie per le notizie storiche e per la felice scelta dei ritratti veramente belli! Sono appassionata di libri storici: esiste un libro, che tu sappia, su questo argomento?
    Alba

  2. Questi sono quelli sui quali è nata la pasione

    L’arte Italiana di Piero Adorno — Casa editrice G.D’Anna (3 libri – 1) Dall’arte cretese all’arte gotica 2)dal rinascimento al seicento 3 )dal settecento ai nostri giorni.

    Le foto pubblicate sono state prese da Wikipedia, siti dei relativi personaggi.

    Graizie per l’attenzione.

    GG

I commenti sono chiusi